7 COSE DA SAPERE PER CAMBIARE PARTNER

1

In caso di cambio partner non sarà più possibile accedere al database

Falso. I dati sono di proprietà del cliente sempre e comunque anche nel caso in cui questi risiedano in una struttura cloud e comunque vale la normativa in tema di GDPR.

2

Non è possibile cambiare partner prima del rinnovo della manutenzione

Falso. La manutenzione (detta anche Software Assurance) garantisce la possibilità, a fronte di un compenso, di poter avere accesso agli aggiornamenti di Dynamics NAV e le nuove release. La durata temporale è di 12 mesi ma non ha alcuna relazione con il fornitore che ricopre la mera funzione di rivenditore in questa situazione. Inoltre, non ha nessuna dipendenza con eventuali contratti di servizio in essere.

3

Non sarà più possibile utilizzare le customizzazioni

Falso. Al netto di contratti particolari stipulati sulla licenza di utilizzo, le funzionalità specifiche richieste dal cliente e commissionate ad-hoc al fornitore sono e rimangono di proprietà del cliente, il quale potrà continuare ad utilizzarle in modo perpetuo. Discorso diverso si applica alla proprietà intellettuale, ovvero le invenzioni e l’ingegnerizzazione del software che hanno consentito la creazione delle customizzazioni.

4

Le customizzazioni possono essere modificate solo da chi le ha sviluppate

Falso. Essendo il codice all’interno di oggetti custom, il cliente ha facoltà di poterlo sviluppare ulteriormente e manutenerlo per i propri scopi in modo autonomo o commissionando un fornitore terzo.

5

Se la manutenzione degli Add-On viene disdetta non sarà più possibile utilizzarli

Falso. La manutenzione di un software non è una sottoscrizione ovvero un diritto d’uso temporaneo del software. Nel momento in cui viene disdetta la manutenzione di un Add-On, verrà meno la possibilità di avere aggiornamenti e release di versione ma non la possibilità di utilizzarlo in quanto il cliente ha di fatto acquistato il diritto all’utilizzo perpetuo del software in oggetto.

6

La disdetta della manutenzione deve essere comunicata due mesi prima

Potrebbe essere vero. Il contratto di acquisto del software è tra cliente e fornitore (non Microsoft di cui il partner è rivenditore). Quest’ultimo potrebbe aver inserito delle clausole per cui la disdetta deve avvenire per comunicazione scritta almeno 60 giorni prima della scadenza altrimenti vale il tacito rinnovo.

7

Per cambiare partner basta firmare un form di Microsoft

Vero. Attraverso il partner change form è possibile chiedere a Microsoft che un altro partner sia il vostro Value Added Reseller ufficiale. In questo modo gli verrà data la possibilità di poter accedere alla vostra licenza, scaricare gli aggiornamenti e diventare reseller della manutenzione. Ovviamente questo non ha nessun effetto sul contratto dei servizi applicativi in essere tra cliente e fornitore, passati e nuovi.