Aspettative e risultati di un nuovo ERP: quando realtà e concretezza sono meglio dello storytelling. Riprendiamo la rubrica per individuare le best practice e gli errori da evitare per portare a termine con successo un progetto di migrazione del gestionale aziendale.

Diagnostica: qual è lo stato dell’arte e dove si vuole arrivare

Quando si decide di passare a un nuovo sistema gestionale l’obiettivo è sempre ottenere un miglioramento nell’operatività e nella produttività.

È quindi fondamentale, ancora prima di avviare le attività di selezione del software, concentrarsi sulla fase di diagnostica ed individuare i propri punti di forza e debolezza, i rischi e le opportunità; affrontando questo step in maniera analitica è possibile individuare con maggior lucidità i propri obiettivi, senza confonderli con i propri desideri.

Come chiedere un’offerta

Che cosa fare prima di chiedere un'offerta per un ERP
Foto di Andrea Piacquadio da Pexels

Una volta individuati gli obiettivi che si ripongono in un progetto di investimento in un ERP, si può chiedere una demo di presentazione di prodotto ad un rivenditore di vostra scelta che abbia, però, caratteristiche tali da poter soddisfare le vostre richieste in termini di competenze, esperienza e metodologia di implementazione.

In questi momenti dimostrativi è importante trasferire ai consulenti una panoramica della vostra situazione attuale, esprimendo chiaramente quali sono i vostri punti di forza e quali le problematiche da indirizzare.

Così, con maggiori informazioni, potrete chiedere un’offerta.

Valutare le offerte per un erp

Ormai forti dei propri punti saldi (obiettivi, punti forti, criticità), si può procedure ad una valutazione precisa delle offerte. Ma come leggerle?

L'offerta di un buon partner contiene anche dei no
Foto di cottonbro da Pexels

I no che fanno crescere

Una buona offerta non dice di sì a tutte le richieste: anzi, si sofferma sulle criticità e sottolinea quando le richieste e le aspettative non sono percorribili. Un partner può mettere a fuoco un eventuale disallineamento tra le feature del prodotto e i risultati attesi, offrendo così un ulteriore momento di confronto che gioverà alla progettazione di un ERP di successo.

Un esempio vale più di mille parole

Un gestionale è un sistema complesso. La sua implementazione richiede quindi una visione olistica dei processi e delle interazioni tra le aree funzionali.  Illustrare queste complessità in sole parole porta spesso a offrire quadri astratti e distorti.

Per questo è buona pratica chiedere case history e referenze, possibilmente in industry e settori analoghi.

Che cosa e chi scegliere?

Ascoltare i consulenti con attenzione è una pratica sempre consigliabile: permette non solo di valutare le competenze, ma anche di fare maggiore chiarezza su obiettivi ed aspettative che si ripongono nel proprio gestionale.

Un esempio? NuBeTech ha proposto ai propri clienti Microsoft Dynamics 635 Business Central: analizzando e valutando i progetti con attenzione ha sempre allineato richieste ed obiettivi delle aziende con le feature native di prodotto e personalizzazioni, offrendo competenza, praticità e concretezza.  Ovvero, dei progetti ERP di successo.  Volete sapere quali?  Chiedetecelo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *