Migrare i dati: semplice? No. Complesso? dipende…

Con un focus sul patrimonio dei dati, riprendiamo i consigli per affrontare una migrazione dal gestionale Microsoft NAV a Business Central.

Migrare come traslocare

Bisogno di mettere in ordine

La gestione della migrazione dati tra due sistemi si potrebbe paragonare al trasloco in una nuova casa. Prima di ogni trasloco occorre valutare attentamente quali dati si vogliono (o è necessario) trasferire; inoltre, alcune cose si potranno trasferire velocemente, altre bisognerà adattarle e altre ancora, invece, non  potranno essere trasferite.

Criticità delle personalizzazioni

Le criticità più difficili da risolvere riguardano i dati che sono gestiti da personalizzazioni e add-ons.

I dati riferiti alle personalizzazioni rientrano nel processo di analisi di migrazione. Nel caso in cui si prenda la decisione di non riportare una customizzazione, è necessario decidere come utilizzare i dati in essa contenuti.

Infatti, potrebbe non essere possibile tecnicamente procedere alla migrazione; oppure, i dati potrebbero essere riutilizzati a seguito di una modifica, per renderli disponibili in altre funzionalità di Business Central.

Un tool per migrare i dati

Nel caso di dati gestiti dagli Add-On, ogni ISV (Indipendent Software Vendor) deve includere nel processo di conversione in App anche un tool di migrazione dei dati.

Attenzione: un eventuale problema potrebbe sorgere nel caso in cui, durante il processo di conversione, le funzionalità siano state riviste in modo tale da renderle incompatibili con la struttura dati dell’Add-On originale.

Risposte veloci o risposte precise?

Come sempre, quando si tratta di sistemi complessi e personalizzati, la risposta ai quesiti deve essere approfondita e circostanziata man mano che si procede nell’analisi e nel design: insomma, meglio abbandonare l’idea di poter avere una risposta netta fin da subito, dal momento che potrebbe risultare superficiale ed inesatta.

A maggior ragione quando si parla di migrazione dati: attività che dipende, per sua stessa natura, da diversi fattori e, come dicevamo, in primis dagli Add-On.

Definire le necessità

Mettere ordine

Per concludere, il consiglio principale riporta sempre alla fase di analisi: è fondamentale domandarsi innanzitutto quali sono le informazioni necessarie ed irrinunciabili da trasferire in Business Central.

Perché per realizzare un buon gestionale – ed è l’obiettivo del passaggio a Business Central – deve essere uno strumento agile e aggiornato. Quindi, perché non sfruttare l’occasione per fare le “pulizie di primavera”, come si fa prima di un trasloco?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *